Skip links

Strumenti che mi semplificano la vita

Foto in evidenza di Todd Quackenbush

Online ci sono una marea di strumenti – ogniuno fa qualcosa un pochettino diversamente degli altro. Quindi mi sono creata una pagina dove custodire gelosamente i miei strumenti – scherzo! Potrebbero essere utili anche a te!

Immagini, video, file

Unsplash

UnSplash è ideale per trovare immagini gratuite fatte da veri professionisti. Qui si trovano immagini artistiche da usare negli sfondi e slider.

Freepik

Nella galleria di Freepik ci sono immagini vettoriali e foto, gratis e a pagamento. La maggior parte è gratis, però ad uso commerciale bisogna scrivere l’attribuzione all’autore.

Pixabay

Anche Pixabay offre delle belle foto professionali da poter usare anche senza alcun attribuzione. Per scaricare le foto bisogna registrarsi.

Shutterstock

Foto e video a pagamento venduti direttamente dai professionisti. Shutterstock è il sito più usato in tutto il mondo per le foto. Si può fare anche l’abbonamento mensile.

Istock

Un’altra banca immagini/video a pagamento è IStock. Si può fare anche l’abbonamento mensile.

Coverr

Coverr offre molti (in realtà un po’ pochi) video gratuiti e carini da usare come sfondi o nello slider. L’alternativa a pagamento sarebbe Shutterstock.

Google Squoosh

Dalle banche immagini si trovano solo foto in alta qualità (troppo grandi per web). Squoosh è un app che comprime le foto (una alla volta). Le misure pratiche che uso io per i contenuti:

  • 2000 px di larghezza per foto a schermo intero (max 450 kB) e foto per  catalogo prodotti con lo zoom.
  • 1200 px di larghezza/altezza (orizzontale o verticale) per foto galleria/portfolio.
  • < 1000 px per foto che arrivano a ricoprire solo metà dello schermo (orizzontalmente)
iloveimg

Squoosh è molto avanzato con le sue modifiche, ma si può modificare sono una alla volta. Quando abbiamo 50 foto da ridimensionare, devo dire “I ❤ IMG – i Love you”. Il tempo è prezioso e questo strumento è uno di quelli salvavita incluso nel coltello svizzero. Con questo sito puoi tagliare, ridimensionare, comprimere, convertire, creare e ruotare – ma 50 immagini alla volta (massimo 60)!

ilovepdf

Come dalla somiglianza del logo si può intuire – I ❤ img ha un fratello: I ❤ PDF. Questo strumento è “il cassetto interessante del nonno” per modificare i file PDF senza doversi comprare L’Adobe Acrobat PRO. Li unisce, li divide, li comprime e converte, li ruota e riorganizza – ogni tanto aggiungono nuove funzionalità.

Composizione grafica

Canva

Canva permette di creare delle infografiche, copertine social, ma anche volantini, biglietti da visita e addirittura cataloghi. Personalmente consiglio di usarlo solo per creare contenuti web, perché gli stampati devono essere rifatti dai professionisti per mandarli in stampa (le misure di salvataggio non sono così precise).

Adobe Spark è un tool molto intuitivo per la composizione grafica online. Permette di creare di tutto sia per stampa che per web, ma solo una pagina alla volta – quindi per impaginati dovremmo fare tutte le pagine separatamente. Adobe Spark dà la libertà assoluta per quanto riguardano le misure dei file sia prima che dopo la creazione.

Typetester è utile per comporre lettere e font insieme per creare qualche elemento carino da aggiungere nello slider o altro con oltre 2800 diversi font a disposizione.

SEO

Woorank

Woorank è uno strumento per analisi SEO a pagamento. Si può fare un trial di 2 settimane per capire se è il tool che fa per te.

Seobook

Seobook Spider tool è uno strumento abbastanza tecnico, ma fa capire bene come Google (o alti motori di ricerca) analizzano una pagina del sito web.

SEMrush ha una un piano di base gratuito, utile per misurare l’efficienza del SEO e la reputazione di un solo sito web (i piani a pagamento sono utili solo ideali per le aziende che hanno tanti siti web da analizzare) – ha anche un add-on di Chrome per analizzare i risultati direttamente navigando il motore di ricerca.

Nibbler

Nibbler è un tool carino per analizzare il performance del SEO e la popolarità del sito sui social (analisi base).

Analisi

Google Search Console

Google Search Console è il primo tool in assoluto da collegare al sito. Non lo guarderai quasi mai, ma ti manda le e-mail quando c’è qualcosa che non va con il sito nella ricerca Google.

Google Analytics

Google Analytics è il secondo strumento da collegare a un sito – è il tool di analisi principale per il sito. Ho fatto anche un post su come si usa e per cosa serve più in specifico.

Google PageSpeed

Google PageSpeed Insights è lo strumento per misurare la velocità di un sito web su computer e su mobile. Se le pagina analizzata ha tanti contenuti, allora non succede niente se è più lento, basta che sia superiore a 20%.

Think with Google

Think with Google analizza la velocità del sito su dispositivi mobile.

Altro

Answer The Public

Answer The Public è utilissimo per cercare le interesse delle persone. Ad esempio se vuoi scrivere una news, cercando l’argomento puoi vedere cosa sta cercando la gente nel web.

Google Trends

Google Trends è un altro strumento utile per capire le interesse. Cercando un argomento si vedono le interesse in base alla posizione geografica e ai termini di ricerca su Google.

Lambda è uno strumento eccezionale per verificare se il sito è compatibile con i diversi browser e dispositivi. Per usarlo bisogna registrarsi (gratis).